Covid-19, 50 ECM a chi ha proseguito l’attività

La 7° Commissione “Istruzione pubblica, beni culturali” ha fatto proprio l’emendamento “Campari” al Decreto 8 sulle “Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato” che riguarda i dipendenti delle aziende ospedaliere, delle università, delle unità sanitarie locali, delle strutture sanitarie private accreditate e i liberi professionisti.

In base a tale emendamento, per tutto il personale sanitario che ha continuato a lavorare durante l’emergenza Covid-19 si considerano già acquisiti i 50 crediti ECM previsti per il 2020.

Clicca qui per leggere il Maxiemendamento. La parte relativa ai crediti ECM è a pag. 17.