ICOPLAST, la SICPRE al primo congresso

Profondamente democratica, improntata ai più alti ideali di formazione, scambio e ricerca e infine ampiamente rappresentativa della chirurgia plastica nel mondo, ICOPLAST International Confederation of Plastic Surgery Societies ha mosso i suoi primi passi a Punta del Este, in Uruguay.
Si è tenuto infatti qui, nell’ambito del XXI congresso della Filacp, Federacion Ibero Latinoamericana de Cirurgia Plastica, il primo congresso della confederazione tra società di chirurgia plastica di cui la SICPRE fa parte ­ unica realtà in Italia – con il ruolo di socio fondatore.
“ICOPLAST nasce per garantire il massimo livello di formazione per gli specialisti e, per i pazienti, la miglior qualità dei trattamenti, degli interventi e dei dispositivi utilizzati ­ dice Stefania de Fazio, che rappresenta la SICPRE nell’ambito della confederazione insieme a Marco Klinger -. E continua a crescere: fondata nell’ottobre scorso dalle società scientifiche di 44 Paesi, già oggi ne conta 62. E le adesioni continuano ad arrivare”.
In occasione del primo congresso, è stata definita la struttura della confederazione, sono stati designati i delegati ed è stato individuato il logo provvisorio, ancora suscettibile di piccole modifiche.
La struttura di ICOPLAST si fonda su tre livelli di organi, in modo da garantire la più ampia rappresentatività: il Consiglio dei Delegati Nazionali (raccoglie un delegato per ogni Paese, più un sostituto: nel nostro caso rispettivamente Stefania de Fazio e Marco Klinger), il Board (11 membri in rappresentanza di altrettante regioni del mondo, eletti dal Consiglio dei Delegati Nazionali) e infine il Board of Directors (eletto dal Board, comprende un chair, un tesoriere e un segretario, con mandati biennali non rinnovabili).
Clicca qui per vedere la galleria fotografica