Congresso SICPRE 2016, la chirurgia plastica italiana alla ribalta

Si è chiuso con un grande successo il 65mo Congresso Nazionale SICPRE (Torino, 21-24 settembre) caratterizzato più che mai dall’alto livello scientifico dei lavori.
Hanno partecipato all’evento, che costituisce il principale appuntamento della chirurgia plastica italiana, circa 620 medici.
“A brevissimo saranno disponibili sul sito sicpre2016.it tutti gli atti multimediali dell’evento – annuncia Fabrizio Malan, presidente del congresso -, che resteranno pertanto disponibili nella forma più completa per tutti coloro che, a causa della contemporaneità delle sessioni congressuali, hanno perso parte dei lavori”.
Come da tradizione, il congresso nazionale ha anche visto il passaggio di consegne tra presidenti: Giorgio De Santis (presidente del 66mo congresso SICPRE, che si terrà a Modena dal 21 al 23 settembre 2017) ha ceduto il testimone a Paolo Palombo, a cui spetta il compito di guidare la più rappresentativa società scientifica di chirurgia plastica nei prossimi 12 mesi.
“La SICPRE è sempre più impegnata sul fronte istituzionale e internazionale – dichiara Palombo -. L’attività del prossimo anno vedrà in primo piano la collaborazione con il Ministero della Salute, per l’avanzamento dei lavori dei tavoli tecnici a cui la SICPRE partecipa, e il rafforzamento dei rapporti internazionali che vedono la SICPRE al fianco delle più prestigiose società straniere, come l’americana ASPS, al lavoro sui più importanti progetti internazionali, dal registro delle protesi ICOBRA alla neonata confederazione di società di chirurgia plastica ICOPLAST”.